17 ott 2019
CAROTE BIO
logo produttore
Codice:
Disponibilità:
Il nome “carota” deriva dal greco “Karotòn”, mentre in botanica è nota come “Daucus carota”. Probabilmente, la tipica colorazione giallo-arancione delle carote è dovuta ad una mutazione di una specie color malva. Sebbene le sue origini risiedano in Oriente, dov'è stata coltivata per migliaia di anni, già gli antichi Greci e i Romani utilizzavano le carote, non tanto ad uso culinario (a causa della tipica consistenza legnosa e dura del vegetale), quanto come piante officinali.Oggi, la coltivazione della carota è molto diffusa in tutta Europa, nell'Africa del nord e nel continente asiatico. Stiamo parlando di una pianta erbacea perenne, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere: le carote sviluppano fiori bianchi a cinque petali raccolti in tipiche infiorescenze ad ombrella. La parte commestibile della carota è la radice, la cui lunghezza media può variare da 3 a 20 cm, anche se esistono varietà che sfiorano persino i 90 cm. Il diametro della radice può variare, di norma, da 1 a 6 cm. Carote: alimentazione e fitoterapia
L'olio di semi di carota viene estratto per distillazione in corrente di vapore e trova largo impiego in profumeria, per accendere note fresche e dolci: è mo
Richiesta informazioni

Composizione e valore energetico
 

(in percentuale per 100 gr. di prodotto – Fonte Istituto Nazionale della Nutrizione):

Daucus carota
  • Parte edibile 95%
  • Acqua 91.6 g
  • Proteine 1.1 g
  • Lipidi 0 g
  • Glucidi disponibili 7.6 g
  • Fibra alimentare 3.1 g
  • Energia 33 kcal
  • Sodio 95 mg
  • Potassio 220 mg
  • Ferro 0.7 mg
  • Calcio 44 mg
  • Fosforo 37 mg
  • Niacina 0.7 mg
  • Vitamina C 4 mg